CONTEST BORSA SCAMBIO

Come promesso torniamo con un nuovo entusiasmante CONTEST!!! Inviateci o pubblicate una foto della bambola o del giocattolo acquistato alla borsa scambio di Canneto sull’Oglio, mettete l’hashtag #museodelgiocattolofurga e noi sceglieremo le migliori da mettere sulla nostra pagina Facebook e Instagram con qualche informazione e curiosità!


REGOLAMENTO:
* solo bambole/giocattoli prodotti a Canneto sull’Oglo
* sfondo neutro
* fino a giovedì 30 aprile
* una sola foto per partecipante


Le immagini non conformi al regolamento non verranno prese in considerazione.

Visitate anche la nostra pagina Borsa Scambio – Canneto sull’Oglio per restare aggiornati !!

BORSA SCAMBIO…ONLINE

Carissime amiche e amici,

la prossima Borsa Scambio del Giocattolo in programma a Canneto sull’Oglio per domenica 3 maggio, è stata annullata per il contenimento da contagio del Coronavirus.
Grazie all’impegno di alcuni affezionati espositori, vi proponiamo una Borsa Scambio del Giocattolo “virtuale”.
Gli espositori posteranno sulla pagina Facebook ‘Borsa Scambio – Canneto sull’Oglio’ immagini e video delle loro bancarelle in modo da poter vivere, seppur lontani, un momento di condivisione dei nostri amati giochi.
Vi aspettiamo perciò domenica 3 maggio 2020, con commenti e impressioni.

Nonostante le difficoltà, restiamo sempre attivi sui social per tenervi compagnia. Venite a visitare le nostre pagine:

Facebook: Museo Civico di Canneto sull’Oglio 
                 Borsa Scambio-Canneto sull’Oglio
Instagram: museodelgiocattolofurga
Sito: www.museodelgiocattolofurga.it

CONTEST 2020

#museodelgiocattolofurga

Nonostante l’annullamento della borsa scambio del 3 maggio, l’Associazione Gruppo del Giocattolo Storico non si perde d’animo…per riempire queste giornate abbiamo proposto un Contest !
I partecipanti hanno pubblicato foto delle loro bambole con l’hashtag #museodelgiocattolofurga, solo bambole prodotte a Canneto sull’Oglio. Vi presentiamo le vincitrici con informazioni e curiosità…

locandina contest2020
  • POLDINA

La prima foto vincitrice del Contest2020 è…………POLDINA!!

Grazie Cristina Flisi per aver partecipato! Ecco alcune informazioni…

Poldina

POLDINA – Furga – 1962
Bebè con una caratteristica espressione imbronciata, alta 50 cm e abbinata al gemellino Andrea. Testa e arti in polivinile con corpo morbido ottenuto con speciale lavorazione in modo che il bebé possa assumere gli atteggiamenti di un bimbo vero. Capelli radicati lavabili e pettinabili. Prodotta fino al 1970, successivamente nel 1973 la ritroviamo con i capelli neri e nel 1975 cambia abito e fisionomia.
Andrea e Poldina sono considerati la coppia di bebè più popolari e amati dai bambini.

Catalogo Furga 1968
Catalogo Furga 1973
Catalogo Furga 1975
  • CORINNA

La seconda foto vincitrice del Contest2020 è……CORINNA!!

Grazie Matteo Arienti per aver partecipato! Ecco alcune informazioni…

Corinna

CORINNA – Furga – 1950/1955 circa
Damina in polistirolo alta 43 cm, capelli veri, occhi dormienti con ciglia. Abito in organdis con mutandoni e volants, ampia gonna ricamata, cappello in moire e giubbino a baschina. Parasole pieghevole.

Sul catalogo a schede mobili è rappresentata in verde, ma era poi prodotta in colori diversi.

Catalogo Furga 1950/1955
  • ALESSANDRA

La terza foto vincitrice del Contest2020 è……ALESSANDRA!

Grazie a Monica Scolari per aver partecipato! Ecco alcune informazioni…

Alessandra

ALESSANDRA – Furga – 1968
Alessandra è una bambola in materiale plastico; testa e braccia in vinile, gambe e busto in politene soffiato, capelli lunghi lavabili e pettinabili, occhi dormienti. Prodotta in 3 misure 35 – 40 – 47 cm, tre eleganti modelli di abito diversi per ciascuna altezza. Alessandra parla e dice 12 frasi diverse.

Catalogo Furga 1968
  • MINI FURGA

Proseguiamo con altre foto vincitrici….LE MINI FURGA!!
Grazie a Donatella Bagari, Mary Sorianello, Loretta Serradura e 69baghi per aver partecipato!

mini furga

Le “mini Furga” sono bambole con testa e arti in vinile e busto in polietilene: nel 1966 nascono Lisa e Lucia, vendute con il loro abito base, una vestaglietta a quadretti azzurra per Lisa e rosa per Lucia, e il catalogo con numerosi altri abiti e accessori.
Vengono poi aggiunte altre piccole amiche: Lara, Laura, Lia, Lola, Loretta e gli abiti base diventano degli abitini in tina unita con delle grandi margherite applicate. Nel 1970 arrivano Tina e Tilly con 6 differenti abiti.

Catalogo Laura, Lisa e Lucia
Catalogo 1970
  • BISCUIT FURGA

L’ultima foto scelta per il Contest2020 è…..BISCUIT FURGA!!

Grazie a Janetfrances per aver partecipato!! Ecco alcune informazioni…

Biscui Furga

BAMBOLA IN BISCUIT – Furga – 1922 circa
Bambola Furga in biscuit, il busto è in cartapesta, gessata e dipinta, gli arti sono in legno, gessato e dipinto, con giunti sferici per le articolazioni alle spalle, ai gomiti, alle anche ed alle ginocchia. Le mani, che in alcuni esemplari presentano uno snodo ai polsi, sono in composizione, mentre i piedi sono in cartapesta e composizione. Le varie parti del corpo sono tenute insieme da una serie di elastici. Le parrucche sono in mohair o fibra vegetale. Il marchio di fabbrica Furga Canneto s.Oglio è seguito da numeri corrispondenti all’altezza della bambola finita.

particolare del marchio

GIOCHIAMO

manifesto della mostra

MOSTRA FOTOGRAFICA DEDICATA AI BAMBINI, A FAVORE DELL’INFANZIA NEL MONDO DI STEFANO ANZOLA

Stefano Anzola da anni si dedica alle fotografie di viaggio, non come semplice turista, ma con l’intento di documentare e comunicare agli altri ciò che vede. Le sue foto offrono, oltre alla bellezza delle immagini, un’opportunità di riflessione che, inevitabilmente, ci porta a mettere a confronto la nostra realtà con quella di paesi lontani. Durante un viaggio in Asia nel 1991, vedendo i bambini giocare, Stefano Anzola, ha iniziato a catturare attraverso la fotografia le diverse modalità e tipologie di gioco usate dai bambini nel mondo. E così, viaggio dopo viaggio, foto dopo foto, è nata l’idea di mostrare, attraverso questa raccolta di immagini, dei giochi forse poveri e semplici ma ricchi di fantasia e creatività. Un mondo lontano, ma forse più vicino di quanto possa sembrare, una realtà che spesso non è molto diversa da quella che esisteva fino a qualche anno fa nella nostra società.

MARTINA E MANSUETO

Nome: Martina e Mansueto

Ditta produttrice: Furga, Canneto sull’Oglio (Mantova)

Anno: 1968

Categoria di gioco: bambole coppie

Proprietà: Comune di Canneto sull’Oglio (Mantova)

Donazione: Francesca Ferrari in memoria di Francesco Atticciati (Firenze)

DESCRIZIONE

Testa:

– materiale: vinile

– marchio: rilievo

– descrizione marchio: Furga Italy

– collo: ad incastro

– occhi: azzurri, plastica, dormienti;

– capelli: radicati;

– ciglia: nere, incollate;

– sopracciglia: dipinte;

– bocca: chiusa.

Corpo:

busto e arti

– materiale: imbottito;

– marcato: no

– braccia in vinile

– gambe in vinile

altezza: 48 cm

Abito:

– originale, quattro modelli: tirolesi, campagnoli, invernali, lord.

NOTIZIE:

La coppia Martina e Mansueto viene prodotta dalla Furga a partire dal 1968 e fino al 1970. Splendide bambole con testa, gambe, braccia in vinile, busto imbottito. Mentre Martina ha una dolce espressione con bocca a cuore, Mansueto presenta un’espressione più risoluta e marcata. Prodotte con quattro modelli d’abito di accurata fattura:

  • Tirolesi: salopette rossa con camiciola e cappellino da alpino per lui, abitino bianco con grembiule rosso e foulard per lei.
  • Campagnoli: cappottino marrone con braghette verdi e calze a righe per lui, smanicato marrone con magliettina a righe e gonnellina rossa per lei.
  • Invernali: cappotto giallo con cappello di pelliccia arancione e stivaletti verdi per lui, cappotto verde con cappuccio e stivaletti bianchi per lei.
  • Lord: giacca e pantalone azzurro con camicia bianca per lui, abito magenta con camicia e calzamaglia ricamata per lei.
catalogo Furga 1968

Vennero prodotte anche versioni con abiti di colore diverso ma con lo stesso stile. Le bambole erano vendute in una scatola decorata con vivaci colori.

Negli stessi anni la Furga inizia la produzione di altre serie di coppie con fisionomie e colori di abiti simili a Martina e Mansueto, ne sono esempi Faustino e Faustina nel 1967, bebé morbidi vestiti con allegri abiti, due modelli di abito per Faustina, due per Faustino; nel 1969 arrivano invece le piccole Cirillo e Concettina mini bambole interamente in vinile, anche loro presentate con 6 coppie di abiti diversi.

SPILLA 2020

L’Associazione Gruppo del Giocattolo Storico è lieta di presentare la nuovissima spilla 2020!!

Non perdere l’occasione: vieni a visitare il nostro museo per avere in omaggio la nostra spilla!

Quest’anno i protagonisti sono MARTINA E MANSUETO, i fratellini prodotti dalla Furga a partire dal 1968…da non perdere!

Collezionale tutte!!

TESSERAMENTO 2020

L’associazione ‘Gruppo del Giocattolo Storico’ di Canneto sull’Oglio comunica l’apertura del tesseramento per l’anno 2020.

Diventa socio per sostenere e aiutare a migliorare il nostro bellissimo museo! Quest’anno sulla tessera potete trovare MARTINA E MANSUETO, i due fratellini Furga prodotti dal 1968 che fanno parte della donazione in memoria di Francesco Atticciati.

Quale sceglierai???

TESSERA SOCIO 2020

La tessera ha un costo di soli 5 euro annui! Ogni tesserato riceverà la spilla 2020 in omaggio!



HALLOWEEN 2019

bambini e bambine: la Notte di Halloween si avvicina, e l’Associazione Gruppo Giocattolo Storico si prepara a festeggiare con tutti i bambini: giovedì 31 ottobre, presso il Museo Civico di Canneto sull’Oglio (piazza Gramsci), alle ore 21,00.

volantino dell’evento

Venite ad ascoltare la storia ‘IL DONO DELLA CHIMERA’ e a costruire insieme a noi il proprio libro di animali fantastici!

Lettura animata con laboratorio didattico per bambini dai 5 anni

INGRESSO GRATUITO – PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

(Silvia 3388541166)

Per info: info@museodelgiocattolofurga.it.

La Stanza dei Giochi

LA COLLEZIONE RINALDI-BONA AL MUSEO CIVICO DI CANNETO SULL’OGLIO

La stanza dei giochi è un luogo magico, dove la fantasia prende vita, in cui ogni bambino giocando crea scenari sempre diversi.

Purtroppo crescendo, tutti quei momenti diventano piacevoli ricordi, che non vogliono essere cancellati e che con preponderanza riaffiorano. L’uomo, riscoprendo il gioco, il suo valore e le proprie origini, si meraviglia ancora ritessendo quegli istanti che legano la sua infanzia a determinati episodi e a persone conosciute.

manifesto

È così che si ricostruisce la storia della famiglia Bona-Rinaldi, attraverso una raccolta di innumerevoli giocattoli che hanno scandito tre decenni del ‘900: dalla fase prebellica degli anni ’30, fino agli anni ’50, in cui l’evoluzione del gioco e la scoperta di nuove materie plastiche si vanno ad affiancare a giocattoli prodotti dalla segheria di famiglia e ad altri provenienti dall’estero, regalati dal nonno.

Quando la famiglia, è venuta a conoscenza della realtà della Collezione del giocattolo Giulio Superti Furga, ha deciso di donare la propria raccolta di giochi storici. Saranno così presentati al pubblico a partire dal 28 settembre 2019, in una mostra dal nome “La stanza dei giochi”, a cura dell’Associazione Gruppo del Giocattolo Storico, in grado di proiettare grandi e piccini in un mondo parallelo, attraverso oggetti unici e perfettamente conservati.

copertina del catalogo

La mostra “La stanza dei giochi”, corredata da un catalogo dettagliato della donazione, rimarrà allestita sino al prossimo 3 novembre 2019.

Borsa Scambio 2019

QUELLA IRREFRENABILE VOGLIA DI TORNARE BAMBINI

volantino 2019

Canneto sull’Oglio torna ad essere al centro dell’attenzione nazionale con le bambole e i giocattoli. domenica 29 settembre si terrà infatti la Borsa-scambio del giocattolo d’epoca e di modernariato, giunta alla sua 27° edizione.

Espositori e collezionisti provenienti da tutta Italia presenteranno al pubblico i loro pezzi più interessanti: antiche bambole in biscuit, cartapesta, polistirolo o vinile, trenini in legno o in latta, cavalli a dondolo, giochi di ogni tipo, soldatini e macchinine. Una vera e propria festa di colori che susciterà nei visitatori ricordi legati al gioco e alla loro infanzia. Un’occasione per ripercorrere insieme la storia del giocattolo, non solo per gli appassionati e collezionisti, ma anche per i bambini ed i loro genitori.

Il tutto si svolgerà in piazza Gramsci, antistante il Museo Civico che ospita la Collezione del Giocattolo Giulio Superti Furga con oltre tremila pezzi esposti, tra bambole e giocattoli dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri, e l’Eco Museo delle valli Oglio-Chiese, dedicato alla storia del territorio cannetese, con pregevoli raccolte geologiche, archeologiche, faunistiche e della civiltà contadina. Il Museo sarà aperto con orario continuato dalle 10,00 alle 19,00.

L’edizione sarà corredata da una serie di eventi che offriranno un full immersion di due giorni all’insegna del giocattolo.

Si inizia sabato 28 settembre alle ore 17.00 con l’inaugurazione della mostra ‘LA STANZA DEI GIOCHI. La collezione Bona-Rinaldi al Museo Civico’, interessante racconto di una storia famigliare e dei giochi d’infanzia di tre fratelli raccolti e conservati in un palazzo di Soresina, in provincia di Cremona, negli ’30 e ’40 del ‘900. La raccolta, entrata di recente come donazione al Museo di Canneto, viene presentata per la prima volta al pubblico e corredata da un catalogo dettagliato. L’esposizione chiuderà i battenti il 3 novembre.

Si prosegue domenica 29 alle 9.00 con l’apertura della Borsa Scambio mentre nel pomeriggio, alle ore 15.00, è il turno de Il paese dei balocchi, Borsa-Scambio del giocattolo usato riservato a bambini e ragazzi.

Una visita al Museo Civico, ed in particolar modo alla sezione del giocattolo, permetterà inoltre di vedere il nuovo allestimento del percorso con l’inserimento di nuove vetrine, la maggior parte delle quali ospiteranno bambole donate in memoria di Paola Beretta, scomparsa tragicamente un anno fa, e il nuovo percorso tattile per ciechi, ipovedenti e normodotati realizzato con il contributo di AIGEC di Cremona.

Ecco dunque tutta la cornice della Borsa-scambio del giocattolo di Canneto sull’Oglio, un evento che ci offre l’opportunità di trascorrere una domenica piacevole tornando per qualche ora ad essere bambini…. chi non lo vorrebbe fare??

1 2 3 10