GUARDIAMOCI DENTRO

Il Museo del Giocattolo si rinnova e propone un nuovo percorso dedicato a ciochi, ipovedenti e bambini che vogliono scoprire la storia della bambola e del giocattolo in Italia.
Grazie al progetto di alternanza scuola-lavoro, che ha visto una collaborazione tra l’Associazione Gruppo del Giocattolo, l’Istituto d’Istruzione Superiore Falcone (Asola) e Formazione Mantova, è stato possibile realizzare un percorso tattile che possa offrire la possibilità di toccare con mano quelli che erano i materiali con cui venivano realizzate bambole e giocattoli e scoprire meccanismi e curiosità su questo magico mondo.
L’inaugurazione si terrà DOMENICA 21 OTTOBRE alle ore 10,00 presso il Museo Civico di Canneto sull’Oglio (MN).
VI ASPETTIAMO!
Alcune foto della giornata:

DONIAMO UNA BAMBOLA

L’Associazione Gruppo del Giocattolo Storico e il Comune di Canneto sull’Oglio ringraziano calorosamente tutti gli espositori, i collezionisti e i privati che hanno donato una bambola o un giocattolo in memoria di Paola! Fino al 21 ottobre le donazioni saranno esposte all’ingresso del museo, dopodiché verranno posizionate nelle sale con una didascalia apposita!

 

GRAZIE!

 

PS: chi non fosse riuscito a venire in questi giorni potrà comunque donare anche in seguito!

 

RICORDANDO ADRIANA

Domenica 30 settembre, durante la Borsa Scambio del Giocattolo di Canneto sull’Oglio, vi aspettiamo alle ore 10,00 presso la galleria del Museo Civico per l’inaugurazione della mostra ‘Ricordando Adriana: le bambole d’artista di Adriana Rovina Innaciotti’.

Adriana, affezionata frequentatrice del Museo, per molti anni ha partecipato alle rassegne cannetesi di Bambole d’Artista ed è sempre rimasta in contatto con l’Associazione del Giocattolo fino alla sua scomparsa.

Prima di dedicarsi però al mondo della bambola ha attraversato diverse passioni artistiche: dai dipinti, ai ricami, alle sculture.

Le sue creazioni sono pezzi unici, inizialmente in porcellana poi in cernit, e amava descriverle come la materializzazione di sentimenti e sensazioni provate interiormente.
Non ha mai trasformato questa sua passione creativa in una professione per non dover subire limitazioni, condizionamenti o compromessi commerciali.

La mostra sarà allestita dal 30 settembre al 21 ottobre 2018.

Per informazioni: info@museodelgiocattolofurga.it

DONIAMO UNA BAMBOLA

Nasce dal sentire comune di alcuni collezionisti un’iniziativa che si estende a tutti con lo scopo di ricordare Paola Beretta da poco tragicamente scomparsa.
In sua memoria , il 30 settembre ,in occasione della 26° Borsa scambio del giocattolo di Canneto sull’Oglio , i collezionisti espositori e visitatori potranno donare una bambola o un giocattolo liberamente scelti , al Museo del Giocattolo di Canneto sull’Oglio.

Gli oggetti donati saranno collocati su un tavolo allestito all’ ingresso del Museo e successivamente esposti in mostra permanente in una sala interna dedicata a Paola Beretta, a memoria dell’opera da lei svolta in tutti questi anni.

A chi l’ha conosciuta rimane vivo il ricordo di una donna di grande statura umana e professionale animata dal costante obiettivo del sapere visto nell’ottica generosa della condivisione.
Per chi non l’ha conosciuta direttamente resta tangibile la qualità del suo lavoro all’interno del Museo del giocattolo attraverso il percorso testimoniale storico e culturale legato alla valorizzazione della sua terra.

BORSA SCAMBIO 2018

A Canneto sull’Oglio, in provincia di Mantova, il 30 settembre si rinnova l’appuntamento con la Borsa-scambio del giocattolo d’epoca e di modernariato giunta alla sua 26^ edizione.
Un nutrito numero di espositori e collezionisti presenteranno al pubblico i loro pezzi più interessanti: dalle antiche bambole in biscuit alle più recenti in vinile, passando per quelle in cartapesta, polistirolo e polietilene; trenini in latta, cavalli a dondolo, giochi in legno, soldatini e macchinine. Una vera e propria festa di colori che susciterà nei visitatori ricordi legati ai giochi della loro infanzia.
L’occasione dunque si presenta ghiotta non solo per gli appassionati del collezionismo di giocattoli, ma anche per i bambini che sono attesi in Piazza Gramsci sabato 29 settembre dalle ore 15.00 alle ore 18.00 per una Borsa Scambio dei bambini, intitolata “Il Paese dei Balocchi” (per info e iscrizioni: info@museodelgiocattolofurga.it; tel. 339/6763064)

La Borsa Scambio si svolgerà come da tradizione nella tendostruttura allestita nell’area pedonale antistante il Museo Civico, che ospita la Collezione del Giocattolo Giulio Superti Furga e l’Ecomuseo delle valli Oglio-Chiese e sarà corredata da una serie di eventi che offriranno una full immersion nel mondo dei giocattoli.

PAESE DEI BALOCCHI 2018

Ripartono le attività per i più piccoli presso il Museo Civico di Canneto sull’Oglio.

Anche quest’anno l’Associazione Gruppo del Giocattolo Storico propone la sesta edizione de “IL PAESE DEI BALOCCHI” mostra mercato scambio del giocattolo riservato a bambini e ragazzi che si terrà sabato 29 settembre dalle ore 15,00 in Piazza Gramsci.

 

Avete un giocattolo che non usate più? Siete alla ricerca di macchinine, soldatini, personaggi o carte speciali per ampliare la vostra collezione? Volete trovare un nuovo abito alla vostra bambola? Cambiereste un vostro gioco di società con uno più divertente?

 

Il vostro luogo magico è Canneto sull’Oglio proprio di fronte al Museo Civico!

E durante il pomeriggio ci sarà una divertente sorpresa! Non mancate!

 

 

Info e prenotazioni:

info@museodelgiocattolofurga.it

www.museodelgiocattolofurga.it

POLLY

oggetto: Polly

genere e categoria:bambola

produttore: F.I.B.A., Canneto sull’Oglio (MN)

epoca: 1981

numero di inventario: 4424

stato di conservazione: ottimo, con interno scatola originale

proprietà: Comune di Canneto sull’Oglio

donazione: Redini Lucia – Canneto sull’Oglio

 

 

DESCRIZIONE:

 

Testa:

– materiale:vinile

– marchio: FIBA

– occhi: dipinti

– capelli: nylon

 

Corpo:

 

busto

– materiale: stoffa imbottita

– marchio: assente

braccia

– materiale: stoffa imbottita

mani – avambracci

– materiale: vinile

gambe

– materiale: stoffa imbottita

piedi

– materiale: vinile

altezza: 50 cm

 

abito: originale

scatola: originale

 

 

INFORMAZIONI:

 

Polly è una bambola FIBA (Canneto sull’Oglio) prodotta nel 1981 e nel 1982. Ha testa, mani e piedi in vinile, mentre il corpo è in stoffa imbottita. E’ alta 50 cm ed ha capelli in nylon e gli occhi dipinti. Fa parte della serie Tenderly simpatia.

 

Catalogo 1981: Questa copia del catalogo FIBA del 1981 era destinata all’ufficio che preparava il materiale per le lavoratrici a domicilio, con le indicazioni a biro dei costi di produzione e delle misure del materiale occorrente.

 

 

 

BAMBOLA FURGA IN BISCUIT

oggetto: bambola

produttore: L. Furga & c., Canneto sull’Oglio (MN)

epoca: 1922 circa

stato di conservazione: buono

proprietà: Comune di Canneto sull’Oglio

donazione: Parrinelli – Follonica (GR)

 

DESCRIZIONE

Testa:

– materiale:biscuit

– marchio: Furga Canneto s/Oglio 35.

– occhi: vetri, fissi

– capelli: mohair

Corpo:

busto

– materiale: cartapesta

– marchio: assente

braccia

– materiale: legno

mani

– materiale: composizione

gambe

– materiale: legno

piedi

– materiale: composizione

 

INFORMAZIONI

L’uso del biscuit per la fabbricazione di teste e bambole si è diffuso in Germania, a partire dalla prima metà del XIX secolo, ed è durato sino al 1930 circa. La Germania fu la principale produttrice di queste bambole, seguita dalla Francia e dall’Inghilterra.

Le ditte tedesche e francesi, oltre che per la loro produzione, fabbricavano teste in biscuit destinate alla esportazione. Anche la Furga produsse bambole con teste in biscuit importate dalla Germania: ciò è confermato dalla grande quantità di teste di provenienza

tedesca – principalmente dalla Heubach di Köppelsdorf, in Turingia – ritrovate nel Palazzo Furga. Non è certa la data di quando la Furga iniziò a produrre bambole con testa in biscuit importate dall’estero, ma si può ipotizzare che tale produzione abbia avuto inizio nell’ultimo decennio dell’800 e sia proseguita sino allo scoppio della Grande Guerra.

Intorno al 1922 nasce a Canneto la Ceramica Furga, che inizia a produrre teste in biscuit, piccole bambole e pupazzetti in tutto-biscuit avvalendosi però di tecnici tedeschi. La produzione di teste e bambole in biscuit continuò, da parte della Furga, sino alla metà degli anni ‘30, affiancata da altre, meno costose come la cartapesta e altre composizioni.

Nelle bambole Furga il busto è in cartapesta, gessata e dipinta, gli arti sono in legno, gessato e dipinto, con giunti sferici per le articolazioni alle spalle, ai gomiti, alle anche ed alle ginocchia. Le mani, che in alcuni esemplari presentano uno snodo ai polsi, sono in composizione, mentre i piedi sono in cartapesta e composizione. Le varie parti  del corpo sono tenute insieme da una serie di elastici.

Il marchio di fabbrica Furga Canneto s.Oglio è quello tipico della Ceramica Furga a partire dal 1922. Solitamente è seguito da numeri corrispondenti all’altezza della bambola finita.

 

PREZIOSI LASCITI – CHINESE DOLL

Il progetto ‘Preziosi Lasciti’ inaugura la prima mostra dedicata alla valorizzazione della storia cannetese, GIOVEDI’ 31 MAGGIO alle ore 18,30 presso l’Auditorium Piero Calamandrei di La Scala Società tra Avvocati (via Correggio 43, Milano) aprirà la mostra ‘CHINESE DOLL’ del fotografo Gianluca Balocco.

Chinese Doll racconta il decadimento della società occidentale e la contaminazione tra culture attraverso un mediatore iconico e sociale come la bambola. L’associazione con la cultura cinese ha origine antiche, originariamente alla morte del capo famiglia, la moglie veniva sepolta con lui, con il tempo la bambola ha sostituito il rituale del sacrificio della donna.

I set per gli scatti fotografici sono stati allestiti negli edifici cannetesi che ospitavano le fabbriche di giocattoli, ormai chiuse e in rovina. La storia del distretto di Canneto sull’Oglio, la cui lunga tradizione di produzione di bambole va in crisi negli anni ’80 a causa della concorrenza delle grandi multinazionali, in particolare asiatiche, rievoca il cambiamento di una società che porta all’emancipazione del ruolo femminile.

La mostra verrà poi allestita a Bergamo e arriverà a Canneto sull’Oglio a settembre, in occasione della Borsa scambio del Giocattolo.

 

Per informazioni: info@museodelgiocattolofurga.it

 

1 2 3 4 9